• slide1
  • slide2
  • slide3

Come scrivere il racconto di un cicloviaggio?

ciaobici patagonia

 Avete deciso di partecipare al premio letterario IL BICICLETTERARIO con un racconto di un cicloviaggio? Volete vincere il premio ciaobici.it? Leggete qui:

Quali le differenze tra scrittore mediocre e il grande scrittore? 

Con un cicloviaggio alle spalle,  gli appunti di viaggio in mano e un file di immagini riprese, cimentatevi nel racconto tenendo presenti questi consigli:

ciaobici Birmania1- capacità di far percepire la realtà del racconto. Al di sopra delle illusioni e fantasie che il racconto può ispirare e suggerire la tecnica deve essere quella di fare dimenticare la finzione scritta e costruire un linguaggio consapevole di fare vivere una realtà. Dote o tecnica che si può imparare o affinare.

2- il dettaglio è la chiave che fa rivelare che l’autore è lì davvero sul luogo che racconta e racconta come un testimone per rendere reale il racconto;

3- niente accumulo di dettagli comunque. Pochi elementi, ma efficaci restituiscono un universo in una singola descrizione.

4- luoghi,  paesaggi e ambiente. Le diverse funzioni di questa scelta possono essere utilizzate per inserire il clima della vicenda e lo stato d’animo dei protagonisti.

5- luoghi non conosciuti. La geografia letteraria deve portare il lettore in luoghi non conosciuti o che non immagina possano esistere. Luoghi reinventati, anche se reali, danno una esplorazione diversa da parte della mente del lettore che vi si affonda con tutta la sua curiosità.

6-luoghi conosciuti, ma arricchiti con la professionalità del narrare e con la presenza delle emozioni, luoghiciaobici amsterdam che diventano metafore, poesia e contenitori di esperienze  e di storie. Farlo apparire attraverso l’attrazione di tutti i sensi a disposizione.

7- documentazione dei luoghi utilizzando immagini fotografiche o pittoriche per aumentare la credibilità del racconto; imparare a guardare e a vedere con occhi nuovi. Ascoltare suoni e odori, essere curiosi e raffinare la sensibilità nell’ascolto; immagazzinare dettagli e sensazioni. Miniera di particolari e dettagli.

8- scrivere non come un agente immobiliare, ma fare in modo di essere nel punto di scoprire e stanze ed edifici. Come se fosse la prima volta ma nello stesso tempo come l’avessimo sempre abitata e vissuta.

9- verginità dello sguardo, non perdete la capacità di sorprendervi, di gioire o di piangere nell'osservazione della situazione.

10- esercizio: alla fine fate un giro in autobus o in treno. Fermatevi ad una fermata lontana e raccontate in modo avvincente questo nuovo luogo. A volte nel tempo potrebbero riaffiorare nella vostra scrittura tutte le impressioni, le sensazioni e i dettagli archiviati nella memoria.

(Liberamente tratto da  "Come scrivere un racconto (o un libro) indimenticabile. Consigli di scrittura di editor e scrittori io scrittore: www.ioscrittore.it") Nell’esperienza di una grande professionista-Louise Peat O'Neil ecco altri spunti e consigli utili per iniziare, scrivere e pubblicare il vostro racconto di viaggio. Scrivere di viaggi

cartolina bicicletterario