• slide1
  • slide2
  • slide3

Isola di Rodi

rod 01Cicloturismo a Rodi? Perché no?

escursioni nell'isola di Rodi

Rimasi... “in ascolto del vasto silenzio che non era affatto silenzio ma continuo mormorio, il lungo fremito della natura, il sussurro dell'acqua contro i ciottoli” (R. Pilcher)
Furono così, molti dei giorni che trascorsi all'isola di Rodi, gustando a piedi nudi,  la voce del silenzio delle sue spiagge. Alla metà di giugno, il rumore turistico  non ha ancora il sopravvento sul silenzio.
Appassionato di cicloturismo (in questo viaggio ero senza bici), cerco spesso di scoprire cosa può offrire il luogo agli amanti della bicicletta.

con la collaborazione di LaBicie...

parter delle immagini RCE Fotografia

 

Rodi non mi ha convinto del tutto. Sarà perché io sono più innamorato del fresco nord, sarà perchè non ho incontrato gli elementi concreti che promuovono tale attività turistica (noleggio, strutture private, piste ciclabili, rispetto per la bici), fatto sta non sono tornato soddisfatto su questo argomento. Molto, molto deve ancora essere fatto per la ciclabiltà. La bici è rara in città, quasi sconosciuta nei piccoli paesi.
Le rare bici viste in circolazione sono di turisti, portate appresso o  noleggiate (pochi modelli, bici rudi e pesanti) nelle località più turistiche della costa. Con queste biciclette non si può fare molta strada, servono al massimo per esplorare i dintorni. Chi si volesse avventurare per un cicloturismo a tappe, potrebbe accontentarsi di pochi giorni da spendere soprattutto nella zona est dell'isola. La strada della costa accompagna a  scoprire bellissime spiagge (Kalithea, Faliraki, Antony Quinn, Stegna, Vilha Bay e Lindos)   lungo itinerari con traffico solo locale.
Avventurarsi lungo la statale principale è da incubo almeno fino a Lindos. Dopo, il traffico scema un po' fino a Prasonissi.
Chi ama i dislivelli può trovare soddisfacente avventurarsi nella zona ovest, verde, fresca e panoramica. Raggiungere Monolithos, Castellos e Kamiros, salire  la montagna lussureggiante e pittoresca attraverso Salakos, attraversare i piccoli villaggi di Apollona, Platania e raggiungere ancora la costa a Kolibia.
Organizzandosi un po' è possibile trascorrere un piacevole turismo anche in bici.  Le cose  da vedere non sono poche e le strutture ricettive sono parecchie. Grandi e moderne strutture concentrate  lungo la costa, e  piccole accomodations all'interno. Sette o dieci  giorni sono  sufficienti per visitare un po' tutto. Scrissi quei giorni affidando la consegna al vento...“Good moorning, my sunny beach, in wich my heart is goldening” (L.H. Stone)

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna