• slide1
  • slide2
  • slide3

Anello Terre del Custoza

 ciaobici colli morenici2

Anello cicloturistico Terre del Custoza

la scenografia dei colli morenici del Garda

 

Si tratta di un anello che può essere percorso in entrambi i sensi di marcia e che permette di esplorare tutto il territorio transitando all’interno dei centri dei 5 capoluoghi comunali. Il percorso di circa 65 Km,

 

leggermente ondulato può essere accorciato a piacimento utilizzando il reticolo di strade asfaltate. Si descrive “l’anello delle terre del Custoza" iniziando da Sommacampagna, in quanto centro attrezzato a poca distanza dall’omonimo casello autostradale; il percorso viene proposto in senso antiorario. Utilizzando il percorso n. 35 si dirige verso Sona e Palazzolo, dove è possibile, con l’itinerario 30 raggiungere Bussolengo e la balconata sull’Adige verso le Prealpi veronesi; a Bussolengo transita la ciclabile Adige Biffis che collega Garda e la Valle dell’Adige con Verona e Venezia mediante il Percorso Regionale I1. Da Palazzolo il percorso 30 conduce a San Giorgio in Salici e in zona San Rocco, ove con il percorso 9 coincidente con il tracciato nazionale Bicitalia 12 Pedemontana Alpina si può raggiungere il Fiume Mincio in corrispondenza di Salionze. Il Mincio è percorso dalla Ciclopista del sole Bicitalia 1 ed Eurovelo 7, localmente chiamata anche E6 nel sistema ciclabile Regionale. Il Mincio viene percorso lungo l’argine sinistro fino a Borghetto di Valeggio sul Mincio ove si può risalire a Valeggio e attraversando la pianura con il percorso 8A, raggiungere Villafranca di Verona. Da Villafranca di Verona con il percorso 16 si risale sulla collina di Custoza.

 

aforismidiviaggio valeggiosulmincio

La cartografia cicloturistica del Partenariato Terre del Custoza

La relativa cartografia cicloturistica riguarda il territorio delle colline moreniche del Garda veronese appartenente ai 5 comuni Bussolengo, Sommacampagna, Sona, Valeggio sul Mincio e Villafranca di Verona che si sono riuniti in un Partenariato per promuovere le Terre del Custoza in un’ottica di Turismo Rurale. Viene proposta una rete di 11 itinerari cicloturistici percorrenti strade asfaltate, ai quali è stato affiancato un ulteriore itinerario su strade interamente sterrate che percorre la valle dei Tione nella zona denominata valle dei Mulini destinato prevalentemente agli utilizzatori della Mountain Bike.

Complessivamente la rete ciclabile dotata di segnaletica di direzione è di circa 145 km ed i percorsi sono tabellati in entrambi i sensi di percorrenza, si è utilizzata la segnaletica verticale definita dalla Regione Veneto. Dal punto di vista geografico il territorio in esame è inscrivibile in un triangolo delimitato dall’asse Lago di Garda - Mincio ad ovest, dal fiume Adige a nord-est e dalla via Postumia a sud-est. Al centro del territorio scorre il fiume Tione che attraversa le colline moreniche con caratteristici meandri in un ambiente agreste/boscoso a bassissima urbanizzazione. Il territorio collinare coltivato prevalentemente a vigneto è stato generato dai depositi morenici dell’antico Ghiacciaio del Benaco che ha costruito il grande arco morenico che contorna il Lago di Garda. In questo territorio ci sono tante strade minori: solo le strade principali sono percorse da traffico importante mentre tantissime altre sono molto tranquille e piacevolissime per andare in bicicletta. Sono frequenti le splendide vedute sul Garda e sulle montagne: il clima gradevole per almeno 9 mesi all’anno e la sviluppata capacità ricettiva dell’infrastruttura turistica ne fanno un luogo altamente vocato per trascorrere piacevoli giornate in bicicletta. I fatti salienti del territorio sono illustrati da 15 bacheche distribuite lungo i percorsi cicloturistici che contengono informazioni storico artistiche sui dintorni e sono ripresi sulle schede a lato organizzate per Comune. In questi anni il territorio delle colline moreniche del Garda è stato oggetto di numerose iniziative di promozione dell’uso della bicicletta, in particolare:

- Il sistema EuroVelo / Bicitalia con la Ciclopista del Sole (itinerari con segnaletica cicloturistica solo nel territorio del Partenariato);

- Il sistema Bicitalia con la Pedemontana alpina e la TiBre dolce (itinerari con segnaletica cicloturistica solo nel territorio del Partenariato);

- Il sistema Regionale con la ciclopista del Mincio E6 e la Ciclovia Lago di Garda Venezia I1 dotati di segnaletica cicloturistica;

- Il sistema di ambito provinciale con un reticolo esteso a tutta la provincia di strade consigliate ai ciclisti (indicato generalmente con adesivi marrone con freccetta bianca e simbolo della bici e numerazione posti sui pali); la numerazione fa riferimento ad una carta di ambito provinciale redatta da Amici della Bicicletta, edizioni Tappeiner e Scripta che nel territorio del partenariato mantiene la numerazione che però è posizionata su segnaletica metallica dedicata al cicloturismo;

- I percorsi realizzati dalla Provincia, l’itinerario dell’Adige già realizzato in sede propria e con segnaletica cicloturistica da Rivoli a Verona e in fase di realizzazione da Rivoli alla provincia di Trento; l’itinerario “Anello del Garda” che circuita il sistema delle colline moreniche veronesi, prevalentemente su viabilità locale a basso traffico e strade campestri, di 105 km, in corso di tabellazione con segnaletica cicloturistica. I percorsi di rango locale n. 8, 8a, 16, 28, 30, 31, 35, e MTB attraversano il territorio del Partenariato provenendo dall’esterno dell’ambito, ove non sono tabellati, transitano nel territorio del Partenariato, tabellati e proseguono dall’altro lato, dove sono ancora non tabellati. Al di fuori del territorio del Partenariato i percorsi non tabellati sono generalmente indicati con adesivi rettangolari color marrone contenenti una freccia, il pittogramma della bicicletta e il numero dell’itinerario. Detti adesivi sono posizionati sui pali della segnaletica, in prossimità dei bivi, e la freccia sull’adesivo indica la direzione da prendere. Gli adesivi sono stati posti in entrambe le direzioni di percorrenza. Per godere appieno del territorio del partenariato con le sue molteplici vedute si consiglia di percorrere l’anello delle terre del Custoza descritto nel retro di copertina della carta che tocca i paesaggi più interessanti ed i centri storici dei cinque comuni.

colli morenici 4

 

colli morenici 1

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna