• slide1
  • slide2
  • slide3

Ravenna e dintorni

ciaobici ravenna dintorni 2

  percorsi in bici per tutte le gambe

Ravenna per la bici offre un' ampia gamma di opportunità. Ha piste e percorsi ciclabili.

 

 I ciclisti amano la primavera perché chiude un lungo periodo di soste forzate ed apre la stagione a nuove escursioni. L’attenzione è ciaobici ravenna dintorni 1spesso rivolta alle previsioni meteo per poter approfittare di ogni giornata di sole.

RAVENNA E DINTORNI - Ravenna per la bici offre un' ampia gamma di opportunità. Ha piste e percorsi ciclabili. Il mare è a 10 Km dalla città, ci sono pinete, zone umide e da alcuni anni, con Adriabike, abbiamo continuità ciclabile lungo tutta la costa romagnola e ferrarese. Nell’entroterra c’è una ricca campagna e una fitta rete di stradelli. La collina è a trentacinque chilometri. Oggi abbiam deciso di compiere un ampio giro nell’entroterra ravennate di circa 50 chilometri, adatto a tutte le gambe. Percorreremo solo pochi tratti di strade bianche (ben tenute), lungo due fiumi: il Montone che scorre a sud della città ed il Lamone a nord. Indossiamo abbigliamento tecnico invernale con casco e giubbino segnaletico giallo della F.I.A.B. (federazione italiana amici della bicicletta).

ciaobici basilica di sant apollinare in classe interno

SLOW TOUR  - Il percorso è “circolare” e lo compiremo in senso orario con uscita e rientro dal territorio comunale di Ravenna. Gireremo in stile “slow tour”, lungo strade di campagna di tre comuni: Ravenna, Russi e Bagnacavallo. Il primo tratto interesserà l’argine del fiume Montone fino alla chiusa San Marco, per poi prosegue su via Argine destro Montone fino all’abitato di Ragone. Qui svoltiamo a destra verso San Pancrazio e procediamo lungo la ciclabile che fiancheggia la provinciale n.5, fino a Russi.

LA CITTA’ DI RUSSIRussi la troviamo a 20 chilometri dalla partenza. La cittadina ha circa 12.000 abitanti ed una storia antichissima con dimore patrizie e testimonianze d’età romana. Il comune ha vocazione agricola e tradizioni risorgimentali. Qui son nati Domenico Farini e Alfredo Baccarini. E’ d’obbligo una sosta caffè alla “pasticceria Babini” di corso Farini. Per chi ama il cibo di strada consiglio la piadineria di inizio via IV Novembre. Nella piazza principale, fin 1688, nella terza settimana di settembre, si svolge la Fira di Set Dulur con cappelletti, bel e cot (cotechino) e Canena: un vino novello di prima spremitura. Sostiamo anche alla tenuta “Uccellina Prima” per poi dirigerci verso palazzo San Giacomo (casa estiva dei Rasponi del 1155), dove ogni anno, a giugno, vengono organizzati, da Ravenna Festival, serate musicali all’aperto.

ciaobici torre traversari

FIUME LAMONE - Procedendo lungo l’argine destro del fiume Lamone, verso il mare, arriviamo alla S.P. 253, poi alla frazione di Traversara - nel Comune di Bagnacavallo - dove troviamo l’antica torre dei Traversari. Giunti in paese superiamo il fiume dal ponte ciclabile per rientrare in territorio ravennate. Ci accolgono stradelli di campagna ben asfaltati che conducono a Santerno. La campagna è un susseguirsi di lavori agricoli in piena attività. Le colture ad ortaggi sono sempre più frequenti e si alternano a frutteti, kiwi e vigneti. Gli impianti irrigui e la vicinanza del fiume Lamone, nel tempo,   hanno cambiato il panorama agricolo della zona. Intanto il volto prende sempre più colore e la mente, a briglia sciolta, pensa già a nuove mete.

ciaobici forneria gobbi ravennaFORNO GOBBI - Lungo via degli Angeli raggiungiamo Santerno e c’imbattiamo nel forno Gobbi! La sosta è d’obbligo per sfogare l’occhio su ogni genere di biscotti, crostate, ciambelle, pizze e focacce. Un tripudio di calorie è li a disposizione. Un quadretto di pizza basta a riprendere fiato e la strada per Piangipane e Camerlona. A Camerlona oltrepassiamo la statale 16 e ci immettiamo su via Ferragù fino a via Canalazzo.

PARCO TEODORICO - Raggiungiamo il parco urbano di Teodorico con decine di mamme e papà con bimbi al seguito che giocano all’aria aperta. Siamo oramai a casa. Usciamo dal parco sfiorando il mausoleo di Teodorico e costeggiamo la stazione ferroviaria fino alla Darsena di citta. Dopo circa tre ore il nostro giro è giunto al termine e il contachilometri registra il numero cinquantacinque.

ciaobici mausoleo di teodorico 3

 Banner di FlixBus 728x90

Ciaobici mappa ravenna dintorni

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna