• slide1
  • slide2
  • slide3

Barcellona in bicicletta

2010 barc3

Barcellona in bicicletta

Sono gli esperti a dirlo: Barcellona,  anche  se non lo è pienamente, può diventare una città a misura di bicicletta. La bicicletta diventerà quindi il migliore modo di conoscere la città e  portarsi a casa una  indimenticabile esperienza.  www.bicing.cat è il sito ufficiale della municipalità di Barcellona.


La municipalità di Barcellona si occupa di creare un servizio di trasporto pubblico con la bicicletta. Riservato  ai residenti, il servizio mette a disposizione migliaia (non mi è stato possibile conoscere il numero) di biciclette, bianche e rosse, che, dietro affitto annuale,  possono  servirsene per ogni loro necessità. Ampi parcheggi sono posizionati presso piazze, stazioni della metropolitana, grandi magazzini, stazioni.  La città è dotata di circa 180 km2010 barc2. di piste ciclabili  che corrono lungo le vie principali e non, sempre lunghe e diritte. Molte strade pedonali e a “zone trenta” sono sempre percorribili in bici. Un anello  chiamato, "Ronda Verde", corre intorno alla città e quando sarà completato supererà i 70 km. tutti su ciclabile riservata. In generale si può dire che tutta la città può essere percorsa in bicicletta anche se in alcuni tratti bisogna scansare o farsi scansare dal traffico.  Ancora:  si può caricare la bici sulla metropolitana, anche se in orari e giorni prestabiliti (nel fine settimana e nei mesi di Luglio e Agosto non ci sono restrizioni di orari);  ci sono parcheggi segnalati ovunque, con obbligo di legare solo in questi luoghi le biciclette    se si vuole evitare multe fino a 120,00 Euro; numerosi punti di noleggio bici per turisti con servizio buono ed equo (10,00 Euro 8/10 ore). Sono gli esperti a dirlo: Barcellona,  anche  se non lo è pienamente, può diventare una città a misura di bicicletta. La bicicletta diventerà quindi il migliore modo di conoscere la città e  portarsi a casa una  indimenticabile esperienza.
2010 barc1Manca tanta segnaletica per  destinazioni e luoghi di interesse, mancano  percorsi a tema, mancano le indicazioni per  entrare ed uscire dalla città. Conoscenze queste che possiedono solo gli esperti e  le numerose guide locali che conducono in giro i gruppi su prenotazione. Gli itinerari turistici sono disegnati per tutte le età, oltre alla bicicletta nei tour viene  consegnata una bottiglia di acqua a persona e un drink consumato durante il tour.  Il più bel percorso che ognuno dovrebbe almeno  fare è senza dubbio quello in riva al mare che conduce dalla Spiaggia di Mar Bella al  a Riu Besòs. Permette di apprezzare  la modernità delle costruzioni, l'organizzazione della città  con i suoi tanti servizi a disposizione. I punti di  maggior interesse in questo itinerario: Porto Olimpico, Barceloneta, Parco Ciutadella, Porto Passeggeri e colle di Montjuic.

Perle di Barcellona

Parc Guell è una delle aree maggiormente apprezzate della metropoli catalana, tanto che, soprattutto nel periodo estivo, le sue viuzze vengono letteralmente assaltate da turisti di ogni nazionalità. Essi difficilmente rimangono delusi dinnanzi allo splendore di questo luogo incantato sorto agli inizi del secolo scorso, che fa parte tra l’altro dei Siti UNESCO dichiarati patrimonio dell'Umanità. Sorprende ed è un piacere per gli occhi la vivacità dei colori delle ceramiche scelte da Gaudì per realizzare le opere presenti all’interno del parco, come ad esempio le due caratteristiche casette che si scorgono all’ingresso. Di straordinaria bellezza, tra le altre cose, è poi il lungo colonnato obliquo che ha sede all’interno del parco. In cima alla scalinata principale del Parc Guell si trova la sala delle 100 colonne e sopra ad essa una magnifica terrazza, dalla quale è possibile godere di un ottimo panorama.

                               con la collaborazione dilogoBornBike

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna