• slide1
  • slide2
  • slide3

Roma in bici

bici day roma 296

Roma città aperta alle bici

 

Sembra difficile, ma è più semplice di quanto si pensi. Girare in bicicletta per Roma può spaventare anche i ciclisti più avventurosi...

In effetti la Capitale potrebbe non essere a prima vista bike friendly, con tutto quel traffico, i gruppi di turisti che bloccano le vie. Ma ultimamente le cose sono un po' cambiate e Roma offre possibilità intermodali (bici + metro o treno), bikesharing e chilometri di piste ciclabili per facilitare la vita a chi si sposta in modo sostenibile.  Certo, andare in piazza Navona o a Fontana di Trevi sui pedali si può fare, ma non è comodissimo; però la bicicletta resta un mezzo veloce e assai comodo per gli spostamenti, anche nelle zone pedonali più trafficate (di passanti). Se non si ha una bici propria sono comunque molti i posti in cui noleggiarne una o sfruttare quelle messe a disposizione dal comune. Si possono lasciare nelle apposite rastrelliere elettroniche dopo il loro utilizzo.. Spesso gli alberghi forniscono il servizio bicicletta compreso nel soggiorno, o sanno dove indirizzarvi nel posto giusto per prenderne una. Dormire low cost a Roma non è un problema, basta cercare tra i tanti ostelli economici: vediamo, però, come e dove girare in sella alla propria bicicletta tra le bellezze della Città Eterna. In bici si va ovunque (o quasi): sulla strada asfaltata – e con un po' di attenzione – partendo dalla Stazione ferroviaria Termini è facile programmare un tour culturale di un giorno, tra le Chiese più belle e i monumenti imperiali. C'è da dire subito che molti ponti sul Tevere sono dotati di scivoli per far slittare il mezzo con più facilità, senza doverlo trasportare “alla bersagliera”, con facile arrivo su piste ciclabili a raso per Piazza di Spagna e Trinità dei Monti (ponte Cavour), Castel Sant'Angelo, Pantheon, Quirinale (ponte Umberto), via della Conciliazione e Vaticano (ponte Vittorio Emanuele).

Dal ponte Regina Margherita si arriva a piazza del Popolo e a Villa Borgese, uno dei parchi più frequentati da bici, pedalò e segway elettrici. A proposito, a Roma si possono noleggiare anche bici elettriche per superare con facilità i dislivelli di tutti i sette colli. Una disponibilità, quella delle bici elettriche, che si sta diffondendo in tutta Europa.  In ogni caso, per non sbagliare si può seguire la pista ciclabile tiberina, lungo la sponda del fiume Tevere da nord a sud, fino alle due circonvallazioni (Saxa Rubra – RAI, ponte Mezzocamino). È una vera e propria “autostrada” ciclabile con tante “uscite” verso i luoghi di maggior interesse storico-artistico. Seguendola da cima a fondo non si può sbagliare! Per altri spostamenti più veloci potete usare la metropolitana: nei giorni festivi è consentito l’accesso delle biciclette sulle linee metro A e B e sulla ferrovia Roma-Lido. Il passeggero e la bicicletta sono ammessi solo sulla prima carrozza nella direzione di marcia del treno. La bici pieghevole, invece, è sempre trasportabile sui mezzi pubblici. (A cura della Redazione)

StampaEmail