• slide1
  • slide2
  • slide3

Alberi di Natale a pedali

Le novità sostanziali che  ogni anno ci vengono raccontate circa all’albero di Natale sono legate prevalentemente alla loro altezza, al nome del donatore, al loro difficoltoso trasporto, all’ illuminazione passata con il tempo dalle lampade tradizionale ai led.
Quest’anno la novità fa notizia per qualcosa d’altro:

 


1- a Copenhagen un albero di Natale tutto ecosostenibile (e ci sembra giusto, dato che questo Dicembre sarà la città ospitante della assemblea sui cambiamenti climatici del mondo) nella piazza del municipio sarà infatti in chiave green proprio in occasione della COP 15, il vertice ONU sul clima.
2- a Milano un grande albero di Natale di oltre 6 metri di altezza illuminato da 100 metri di filo a led multicolore svetta in Piazza Cairoli. Come la cugina Nordica, viene detto subito che   non è un normale albero di Natale, perché è  totalmente ecosostenibile, a risparmio energetico.
Cos’è questa novità e perché se ne parla in questo sito dove si parla di bicicletta, di cicloturismo e dintorni? Sia a Copenaghen (questo fa meno notizia visto la grande devozione di questo Paese verso il risparmio energetico si veda su you tube i diversi esempi proposti) sia a Milano, (novità assoluta in questa città dove i Suv quotidianamente assaltano la città e si scontrano con le bici), le luci dell’albero infatti sono alimentate dalla energia prodotta dalle biciclette attraverso un particolare sistema di dinamo e di accumulatori che rende del tutto autosufficiente la struttura dal punto di vista energetico. Nello specifico, gli abitanti di Copenhagen e di Milano potranno volontariamente pedalare sulle bici messe a disposizione, alimentando in questo modo l’illuminazione dell’albero di Natale. L’utilizzo dei pedali per illuminare durante queste feste l’albero di Natale farà risparmiare all’ambiente ben nove tonnellate di CO2. E chi meglio di Copenhagen (città con più di 350 km di piste ciclabili) poteva pensare ad una soluzione come questa?
Copenhagen è la città più ecosostenibile d’Europa, seguita da Stoccolma, Oslo, Vienna e Amsterdam, mentre Milano non primeggia tra le grandi metropoli europee per l’utilizzo di energie rinnovabili.
In generale sono stati i centri scandinavi a ottenere risultati migliori. La consapevolezza della necessita’ di proteggere l’ambiente in queste citta’ e’ forte da anni, e si riflette nei loro obiettivi ambiziosi. Copenhagen, ad esempio, mira a essere carbon free nel 2025. Di Milano non conosciamo nessun programma.
Le bici, questa non è una novità, non solo potrebbero accendere le luci dell’albero di Natale, ma potrebbero far spegnere anche i  motori delle auto in città. ( fonti yeslife)

 



StampaEmail