• slide1
  • slide2
  • slide3

Settimana Europea Mobilità

Settimana Europea della Mobilità

La settimana Europea della mobilità è una consapevole  campagna mirante a sensibilizzare i cittadini a usare il pubblico trasporto  e mezzi alternativi alla propria auto come bicicletta, andare a piedi  e suggerire alle città aderenti di  promuovere questi modi di trasporto. Dal 16 al 22 settembre  le città europee  sono invitate

a partecipare al più diffuso evento sulla mobilità sostenibile. La campagna mira aprendere consapevolezza degli atti necessari contro la crescita del traffico motorizzato nelle città e nei suoi dintorni. Diventa quindi una questione di lotta all'inquinamento atmosferico e acustico provocato dalla attuale qualità (!?) della vita. L'operazione  Europea è centrata su tre tipi di misure:
incoraggiare l'uso di forme alternative di trasporto e di viaggio in alternativa con le auto private;
aumentare la  consapevolezza e informare i cittadini dei passi principali per una mobilità  senza rischi a lungo termine collegati all'inquinamento: proiettare sulla città una nuova luce mettendola  in particolare risalto con la  diminuzione del traffico entro le aree a traffico limitato.
E' una opportunità  per tutte le città aderenti e partecipanti  di mostrarsi ai propri cittadini non come sono bensì come potrebbe diventare; un momento unico per testare pure i loro trasporti e presentare quanto rilevato giocando l'importante ruolo della nuova cultura della mobilità urbana.
Lo slogan di quest'anno è “Viaggiare intelligente, vivere meglio”. Il massiccio incremento del traffico a motore degli ultimi anni ha procurato una forte reazione nella pubblica opinione contro il rumore, le polveri sottili, la congestione.   Il traffico è complice direttamente di centinaia di migliaia di incidenti stradali e di morti. Indirettamente è responsabile di problemi di salute legati alla respirazione, alle malattie cardiovascolari, allo stress, e tantissime complicanze sulla salute in generale.
Con la campagna “viaggia intelligente, vivi meglio” le città partecipanti possono mostrare il loro diretto interesse verso la prevenzione delle malattie derivanti dalla inattività fisica, eccesso di peso e obesità, e migliorare nello stesso tempo  lo stato fisico e mentale dei propri cittadini.


Totale Paesi partecipanti: 1221 (anno 2010)

A fianco del Paese le città aderenti
Austria 316
Repubblica Ceka 54
Francia 131
Germania 26
Hungaria 88
Lussemburgo 43
Spagna 156
Italia 20

Ci piace qui segnalare  l'associazione Fiab- Amici della Bicicletta di Verona (città ufficialmente non aderente) che con le sue iniziative si sostituisce alle istituzioni e  con l'entusiasmo e preparazione  dei soci permette a   Verona di essere ugualmente vicina a tante città europee che, consapevoli, hanno aderito all'iniziativa.

Programma per Verona
giorno 15 settembre: presso FNAC presentazione del libro di Silvia Zamboni “Rivoluzione bici-mappa del nuovo ciclismo urbano”;
giorno 17 settembre: presso Società Letteraria “maratona oratoria”, parlano di bicicletta e mobilità oratori  illustri;
giorno 22 settembre. “premia il ciclista” dove dalle 7,30 alle 10 del mattino verranno contate e premiate tutte le persone che entreranno in città in bicicletta. Dati che andranno a confluire per lo studio e la rilevazione della ciclabilità in città.
Giorno 22 settembre:  convegno su “mobilità verso le scuole”  curata dal Mobility Manager dell'Ateneo veronese con interventi di Arpav, dipartimento prevenzione ULSS, Ufficio scolastico e Comune di Verona.

Per altre iniziative consultare il sito  Amici della Bicicletta Verona Fiab.
Tutte le informazioni sono state tratte da Settimana Europea della Mobilità.

StampaEmail