• slide1
  • slide2
  • slide3

Lungo il fiume

 Lungo il fiume

Il viaggio in bicicletta è quiete, rallentamento, disteso abbandono.  E' silenzio in cui a poco a poco ho imparato a distinguere minime sfumature di rumore e di odore. Imponenti, le vette dei monti cominciano ad assumere, lassù, i toni di un rosso indefinibile. Bianco, quasi latteo, si distingue già, verso ponente, un sottile taglio di luna.
La ciclabile, appesa ad un costone, tra rocce e gole scavate, sembra volersi contorcere per rincorrere queste acque che si tuffano, fragorose e spumeggianti, nell’orrido giù verso valle.

StampaEmail