Gironde, Garonne, Canale dei 2 mari in bicicletta, da Blaye a Agen

Continua la descrizione del percorso denominato Ciclabile dei 2 Mari, che penetra nel territorio storico del vino, attraversa città d'arte e segue canali su ciclabili di buona conservazione e scenografiche vedute.

Blaye / Bordeaux  [50 km]

A Blaye un traghetto ti aspetta per farti attraversare l'estuario della Gironda e raggiungere Lamarque situato nel cuore del Medoc.  Allontanandoti dalla cittadella di Blaye incontri le isolette protette dell’estuario. Lungo le vie del Medoc  impari a conoscere i vigneti, le principali denominazioni dei vini e le ville e i castelli entro i quali essi vengono prodotti e venduti. Un itinerario su piccole strade ti porta attraverso i vigneti, i boschetti e le brughiere del Medoc fino alle porte di Bordeaux. Da Blanquefort, una pista ciclabile ti porta dolcemente nel cuore di Bordeaux, una città dinamica e affascinante e un insieme urbano eccezionale, dove l'architettura classica e neoclassica si sposa con i quartieri e gli edifici settecenteschi trasformati in luoghi culturali e di tendenza.

ciaobiciciaobici bordeaux ciclabile 2 mari

Bordeaux / Créon  [23.5 km]

ciaobici ciclabile lapebie de creon 2 mariA Bordeaux, dopo il ponte St-Jean, una pista ciclabile parte lungo la Garonne  e porta a Latresne da dove prende il nome la bella pista ciclabile Roger Lapébie in ricordo del vincitore del Tour de France del 1937.  Apprezzabilmente sistemata, con diversi punti di incontro creati nelle vecchie stazioni ferroviarie, questa vecchia linea ferroviaria ci porta a Créon. La città è organizzata attorno alla sua piazza centrale ad arcate, da una vecchia città murata e merita una deviazione.

 

Sauveterre [31.8 km]

Continuiamo il percorso sulla pista ciclabile ex ferrovia dove vecchie stazioni e caselli di passaggi a livello ci ricordano che qui i treni transitavano prima delle biciclette. Si consiglia a La Sauve di ammirare la vecchia abbazia della Sauve-Majeure (foto) Attraversa le vecchie porte di Sauveterre-de-Guyenne, per raggiungere la piazza centrale fiancheggiata da portici, nel cuore della vecchia Casa di campagna di provincia (bastide) del 1281.

ciaobiciciaobici abbaye de la sauve ciclabile 2 mari

Da Sauveterre al Canale de Garonne [19 km]

Entriamo nel cuore “dei 2 mari” e siamo attorniati da un oceano di vigneti e la pista ciclabile si dirige verso il rilievo più marcato che  si unisce al Canal de Garonne a La Réole. Questo grande villaggio contiene alcuni tesori nascosti tra le sue mura; nel labirinto delle sue stradine da non perdere la chiesa di Saint-Pierre del XIII secolo (foto) e la spianata che confina con l'ex abbazia benedettina per la vista della valle della Garonna.

ciaobici ciclabile 2 mari LaReole san pierre

Da La Réole / Marmande [21.5 km]

La pista ciclabile si unisce al Canal de Garonne vicino al Museo Allumette. La fermata nautica e di svago di Fontet è un punto di sosta ideale prima di iniziare a pedalare sulla Greenway lungo il canale. Un palcoscenico tranquillo, punteggiato dal villaggio collinare di Meilhan-sur-Garonne, da dove la vista è mozzafiato. Per i più curiosi, un viaggio a Marmande riserverà molte sorprese.

ciaobici canal di garonne ciclabile 2 mari

Da Marmande / Damazan [25 km]

Non vediamo il momento di raggiungere Il Mas-d'Agenais sarà la circostanza clou di questa tappa del Canal dei 2 mari in bicicletta. La chiesa di San Vincenzo è un gioiello architettonico, con l’opera "Cristo sulla croce", di Rembrandt. L'ampia vista della Garonna alla fine del villaggio completerà piacevolmente la visita. La pista ciclabile ci porta alla Bastide di Damazan, una città del tredicesimo secolo alla fine di questa tappa.

Da Damazan / Agen [32.5 km]

ciaobici images garonne ciclabile 2 mariLa pista ciclabile del Canal dei 2 Mari in bicicletta continua sulla Greenway lungo il Canal de Garonne attraverso il trafficato porto di Buzet-sur-Baise. Si raggiungere Agen da uno dei più grandi ponti di canali in Francia (600 m). La città condivide il suo titolo tra la capitale del Lot-et-Garonne e la capitale della prugna, ma contiene molte altre curiosità che illustrano il notevole patrimonio del centro storico.

 

 

ciaobiciciaobici mappa Agen

Agen è una città accogliente, strutture alberghiere all'altezza, sorge sulle rive della Garonna e porta il nome di capitale della prugna secca. Si vive a misura d’uomo, si passeggia nel centro storico tra le vie a graticcio lungo via Beauville e si gode andare alla scoperta dei luoghi emblematici della città, come Place des Laitiers,  Rue des Cornières. La  cattedrale di Saint-Caprais con affreschi del XIX secolo, o ancora il Museo di Belle Arti meritano di non essere dimenticati da questa nobilissima visita. In quest'ultimo, allestito all'interno di quattro palazzi signorili del Rinascimento, non perdere l’esposizione di importanti collezioni di archeologia, dipinti, sculture e arti decorative, fra cui spiccano numerose tele di Goya e la celeberrima Venere di Le Mas d'Agenais. Assolutamente da non perdere! Consulta gli alberghi

ciaobici canal garonne ciclabile 2 mari

ciaobici valence de argen ciclabile 2 mari

Fernando Da Re

Un cuore, due gambe e una bicicletta. In testa sempre la fresca vivacità di raccontare. Il risultato lo ritroviamo in questo sito da lui creato e portato avanti con l’entusiasmo e l’impeto dell’atleta che cerca risultati.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RIMANI AGGIORNATO!